PAMIR HIGHWAY

TAGIKISTAN e KIRGHISISTAN
GIORNI 17
CHILOMETRI 1.000
DISLIVELLO +10.000m
DIFFICOLTA’ 9++
1590

a persona

Dal 14 al 29 Settembre 2019

Se stai leggendo queste righe allora non c’è bisogno che ti spieghi che strada andremo a pedalare, la fama della leggendaria Pamir Highway surclassa ogni fantasia e lascia lo spazio solo ai sogni più ambiziosi.

In tutto il mio girovagare per il mondo sono pochi i luoghi che mi hanno sconvolto per bellezza ed accoglienza, dove nessuna pedalata è fatta  per mera fatica ma solo per la curiosità di andare a vedere cosa c’è oltre quella curva, dove ogni aspettativa viene zittita dal fragore della maestosità dei panorami, dove la polvere dell’avventura s’impasta con le lacrime della commozione per segnarti il volto mentre sorridi. Tutto questo accade solo lassù, tra le vette del Pamir, ed è dove stiamo andando.

L’esperienza mi ha permesso di tracciare un percorso che nessun altro ti può proporre e lo faremo nell’unico modo possibile per ricavarne le emozioni più forti e pure. Pedaleremo in totale autonomia, senza veicoli di supporto e con tutto quello che ci servirà dentro le nostre borse.

Partiremo da Doushambe in Tajikistan e ci avvicineremo alle montagne per mezzo di comodi fuoristrada. Cominceremo a pedalare sulla Pamir Highway attraverso dolci vallate coltivate fino a raggiungere Khorog che è il capoluogo della Provincia Autonoma di Gorno-Badachšan. La logica imporrebbe di proseguire sulla strada principale ma è da folli non fare una deviazione sulla leggendaria Wakhan valley che seguiremo per oltre 400km sotto la costante visuale delle imponenti montagne dell’Hindu Kush e del Pamir.

Una volta ritornati nella Pamir il paesaggio cambia totalmente, sembra di essere in Tibet. L’alta quota disegna infinite lande verdeggianti  per poi lasciare il posto a massacranti passi che raggiungono il loro culmine con gli  4655m dell’Akabaita. Grazie alle tappe di acclimatazione che faremo la quota non sarà un problema per noi.

La particolare rarefazione dell’aria e l’abbagliante luce del sole dipingono tra i più suggestivi panorami del pianeta che compenseranno fino all’ultima goccia del nostro sudore.

La pedalata continua superando il confine per entrare in Kirghistan.

Adesso la discesa la fa da padrona e in pochi giorni raggiungeremo Osh.

Per la buona riuscita di questa spedizione è assolutamente necessario si crei tra tutti i viaggiatori un forte spirito di gruppo. Nessuno sarà lasciato solo o in difficoltà, per nessun motivo. Sarà responsabilità non solo delle guide, ma anche dei singoli partecipanti aiutare a risolvere qualunque tipo di problema si presenti durante il viaggio.

Sarà un’esperienza indimenticabile, ma anche un’occasione unica per educarci alla coscienza di gruppo e alla capacità di condividere gioia, fatica, progettualità, organizzazione, coordinazione, sconfitte e successi.

Sono assolutamente certo che, alla fine di questo viaggio, qualcosa nel più profondo di te sarà cambiato per sempre.

15 Settembre: Arrivo in TAJIKISTAN

Arrivo all’alba aeroporto Dushanbe. Transfer in Hotel. Preparazione biciclette, visita città e briefing.

Pernottamento in Hotel.

16 Settembre:  Transfer fino a Rushan

Per offrirvi solo le strade più spettacolari da pedalare, siamo costretti ad un trasferimento con fuoristrada privato per evitare il traffico delle città e raggiungere la valle del Pamir.

Pernottamento in Homestay, cena e colazione.

17 Settembre:  RUSHAN – KHOROG

1° Tappa 64.7 km +810 m -900 m

Tappa facile in leggera salita. Sarà fondamentale per trovare il perfetto assetto della bicicletta carica e cominciare a prendere confidenza con il meraviglioso ambiente.  Arriviamo a Khorog verso sera.

Pernottamento in Hotel.

18 Settembre: KHOROG – ESHKASHEM

2° Tappa 104 km +1413 -997 (sterrato)

Adesso si comincia a fare sul serio. Si parte subito dopo colazione risalendo il fiume Panj per raggiungere l’imbocco della bellissima Wakhan Valley. 

Pernottamento in Homestay, cena e colazione.

19 Settembre: ESHKASHEM – 1°ACCAMPAMENTO

3° Tappa 93.6 km +1.480 m -1.230 m

La salita si addolcisce mentre ci addentriamo nella stupenda vallata. Sulla nostra sinistra cominciano ad intravvedersi le leggendarie vette dell’Hindu Kush.

Accampamento vicino a sorgente.

20 Settembre: 1°ACCAMPAMENTO – 2° ACCAMPAMENTO

4° Tappa 69.4 km +1.280 m -420 m

Per i primi 20km fino alla verdissima Langar la strada è pianeggiante, poi si inizia a salire fino a raggiungere i 3600m dove accamperemo prima delle vere salite.

Accampamento lungo il fiume.

21 Settembre: 2° ACCAMPAMENTO – 3°ACCAMPAMENTO 

5° Tappa 74.7 km +980 m -760 m

Si supera il checkpoint di Khargush e si sale fino al passo di 4300m, poi si trova l’asfalto e si scende fino ad Alichur dove pianteremo il campo. Possibilità di fare rifornimenti. 

Accampamento appena fuori dal villaggio.

22 Settembre: 3°ACCAMPAMENTO – MURGHAB

6° Tappa 104 km +450 m -710 m

Strada in buone condizioni e vento a favore, senza grandi fatiche si arriva a Murghab dove pernotteremo al famoso “Pamir Hotel**”

Pernottamento in Hotel.

23 Settembre: GIORNO DI RIPOSO

Giorno di riposo a Murghab e visita al suggestivo mercato.

Pernottamento in Hotel.

24 Settembre: MURGHAB – 4°ACCAMPAMENTO

7° Tappa 60km +620 m -40 m

Partiamo da Murghab a 3614m per raggiungere i 4234m, tappa di acclimatazione prima del passo più alto. Il percorso non è certo facile ma il paesaggio è da pelle d’oca. Senza dubbio l’ambiente più simile al Tibet che io conosca.

Accampamento vicino ruscello.

25 Settembre: 4°ACCAMPAMENTO – 5°ACCAMPAMENTO 

8° Tappa 73km +550 m -800 m

Pedaliamo solamente 15 km di salita fino al passo Akabaita a 4655m e poi discesa per 58km fino a raggiungere il piccolo villaggio di Karakul sull’omonimo lago cristallino.

Accamperemo lungo lago.

26 Settembre: 5°ACCAMPAMENTO – SARYTASH

9° Tappa 97.7 km +700 m -1.470 m

Attraverso un paesaggio che rimarrà indelebile nei vostri ricordi, si percorrono 53km fino al passo Kyzylart di 4275m che delimita fisicamente la frontiera con il Kirghistan. Poi tutta discesa fino al villaggio di Sary-Tash

Pernottamento in Homesty, cena e colazione.

27 Settembre: SARYTASH – 6°ACCAMPAMENTO

10° Tappa 107 km +910 m -2.490 m (tutto asfalto)

Ancora 15Km di salita fino a 3600m, poi tutta discesa fino a raggiungere le vicinanze di Goulcha.

Accampamento vicino fiume.

28 Settembre: 76°ACCAMPAMENTO – OSH

11° Tappa 80.6 km +880 m -1.460 m

L’ultima fatica è solo una salita di 17km per poi raggiungere Osh lungo una perfetta discesa.

Pernottamento in Hotel.

29 Settembre: RIENTRO

All’alba Transfer all’aeroporto per volo di rientro.

FINE DEI SERVIZI

Arrivo in Italia stimato per le 18:50 di Domenica ora Italiana

Date

Informazioni di arrivo e partenza

Arrivo all’aeroporto di Dushambe (DYU) entro le 14.00 del 15 Settembre 2019*

Partenza dall’aeroporto di Osh (OSS) la mattina del 29 Settembre 2019*

*Orari di partenza ed arrivo da verificare in base ai voli.

Prezzo

Il costo individuale di partecipazione é di: 1590€

Numero minimo: persone
Numero massimo: 8 persone

Il prezzo include

  • Io sarò la vostra guida e eventualmente un’altra in base al numero di partecipanti.
  • Transfer dall’aeroporto di Dushanbe all’hotel il giorno
  • Una notte in Hotel a Dushanbe con prima colazione.
  • Trasferimento in fuoristrada da Dushanbe a Rushan (10 ore).
  • Pernottamento in homestay a Rushan con cena e colazione.
  • Una notte in Hotel a Khorog con prima colazione.
  • Pernottamento in homestay a Hishcashim con cena e prima colazione.
  • Due notti in Hotel a Murghab con cena e prima colazione.
  • Pernottamento in homestay a Sary-Tash con cena e prima colazione
  • Una notte in Hotel a Osh.
  • Scatoloni per imbarcare le bici in aereo.
  • Trasferimento dall’Hotel all’aeroporto di Osh il giorno.

Il prezzo non include

  • Biglietto aereo A/R e over baggage
  • Tasse per imbarco scatolone bicicletta.
  • Assicurazione sanitaria privata obbligatoria.
  • Visti d’ingresso e permessi. Clicca qui per la semplice procedura online.
  • Pranzi e cene non elencati nella sezione “il prezzo include”
  • Vitto e alloggio durante le giornate in bici.
  • Escursioni ed attività extra.
  • Costo aggiuntivi in caso di modificazione logistica (trasferimenti extra, notti in hotel fuori programma)
  • Tutto quanto non presente nella sezione “Il prezzo include”

Informazioni

Informazioni di una Tappa-tipo: Ci sarà una tabella di marcia basata sulle mie esperienze in questi luoghi. Non sempre sarà possibile rispettarla, a causa degli imprevisti che incontreremo lungo il cammino (problemi meccanici, maltempo, ecc). Valuteremo di volta in volta se forzare per raggiungere il fine tappa che ci eravamo preposti, oppure campeggiare o dormire altrove.
Ci aspettano sicuramente lunghe giornate in sella, non sempre avremo la possibilità di lavarci o fare un abbondante colazione al mattino, ma tutto questo è parte dell’idea stessa che sta dietro a questo viaggio ovvero la capacità di adattarsi alle situazioni che si verranno a creare chilometro dopo chilometro.

Nota Importante! Le guide metteranno a disposizione dei partecipanti tutta la loro esperienza ed il massimo impegno affinché ognuno possa godere del massimo comfort durante tutta la spedizione. L’organizzazione si riserva il diritto di cambiare in corso d’opera il tracciato della spedizione nel caso si presentassero degli imprevisti o, semplicemente, per salvaguardare la sicurezza di tutti i partecipanti.

Assistenza Sanitaria: Nel corso del viaggio avremo un kit di primo soccorso. Consigliamo ad ognuno di voi di non partire senza la propria scorta di farmaci. Chiunque fosse allergico a un determinato farmaco e/o alimento è pregato di comunicarlo prima della partenza. Non è richiesta nessun tipo di vaccinazione particolare, anche se è raccomandabile essere coperti con la vaccinazione antitetanica. L’assicurazione sanitaria che ogni partecipante avrà inclusa nel prezzo coprirà le spese mediche in caso di infortunio.

Assicurazione: 

Alimentazione: Ognuno dovrà provvedere al proprio fabbisogno alimentare ed idrico. Non essendo un’area molto popolata non incontreremo molti ristoranti quindi spesso ci cucineremo da soli i nostri pasti. Ci saranno sufficienti villaggi dove potremo rifornirci di tutti i generi di prima necessità. L’approvvigionamento di acqua non sarà un problema anche per i numerosi ruscelli che incontreremo, consigliamo però l’uso di un filtro per l’acqua e pastiglie per la purificazione.

Clima: In questo periodo dell’anno iniziano le fioriture e le coltivazioni saranno rigogliose. Nelle vallate sotto i 2000m si raggiungono temperature  che vanno dai 15°C ai 30°C e pedaleremo in modalità estiva. Con l’aumentare della quota ovviamente le temperature caleranno e oltre i 4000m avremmo delle nottate anche sotto lo zero con giornate che non supereranno i 13°C. Le precipitazioni in questo periodo dell’anno sono scarsissime. Ci farà sempre compagnia il vento che sarà a nostro favore per gran parte del viaggio ma sarà inclemente per i due giorni necessari a raggiungere il confine Kinghiso.

Campeggio: Non v’è alcun dubbio che questa zone del mondo sia il paradiso in terra per noi che adoriamo dormire in tenda. Ci sono spazzi infiniti e numerosi corsi d’acqua che rendono facile trovare il posto perfetto per piantare il campo. Sarà nostra attenzione incontrare i luoghi più suggestivi e riparati dal vento.

Moneta: Le monete in Tajikistan è il Somoni (TJS)

1 Euro = 10.5309 Somoni

La moneta corrente in Kirghizistan e il Som (KGS)

1 Euro = 79.3344 Som

In Tajikistan prelevare soldi al bancomat può essere una cosa da cinque minuti oppure un’odissea infinita. Accettano carte MasterCard e Visa ma spesso succedono degli inconvenienti tecnici che ti obbligano a provare tutti gli sportelli della città senza avere la certezza di riuscire a prelevare dei Somoni. Per non avere problemi di nessun tipo consiglio di portarsi un pò di dollari in cash che vengono cambiati facilmente nelle grandi città. Per quanto riguarda gli euro non sono ancora una valuta accettata ovunque.

In Kirghizistan è tutto molto più facile e gli sportelli bancomat funzionano ovunque. Questo però a importa poco perché arriveremo via terra attraversando una delle frontiere più isolate del mondo e cambieremo un pò di soldi a Sary-Tash giusto per arrivare fino ad Osh.

Assistenza meccanica: Ognuno dei partecipanti dovrà cercare di essere il più indipendente possibile dal punto di vista meccanico. Al di là delle semplici e comuni riparazione (forature, rottura della catena) e manutenzioni (pulizia catena, cambio pastiglie freni) è bene conoscere ed avere con se possibili parti “sensibili” in mancanza delle quali non sarebbe possibile proseguire il proprio viaggio (es. pendolino del cambio, collarino sella, alcuni raggi delle proprie ruote, un copertone di scorta). Questo non vuol naturalmente dire che solo i meccanici provetti possano cimentarsi in un viaggio di questo tipo, bisogna però essere consapevoli che eventuali rotture non potranno essere facilmente ed immediatamente risolte, visto che ci troveremo in luoghi piuttosto isolati senza la presenza di negozi di bici.  Prima della partenza bisogna naturalmente portare la bici dal proprio meccanico di fiducia per un tagliando accurato. Sarà però poi necessario, prima di imballare la bici per il trasporto aereo, provare il mezzo a pieno carico simulando le condizioni che andremo ad incontrare.

Consigli sulla bicicletta: Il percorso si svolge prevalentemente su strade sterrate pedalabili.  Saranno comunque presenti brevi tratti pietrosi o sabbiosi dove è richiesta una buona conduzione della bici. Consigliamo una bici da 29″ con copertoni scorrevoli. Negli incontri via chat o di persona prima della partenza verrà mostrato e spiegato tutto ciò che le guide useranno durante la spedizione ciclistica. Questo vorrà essere solo una linea guida, non sarà in nessun caso obbligatorio attrezzarsi esattamente come chi condurrà il gruppo. Sarà altresí a discrezione dei tour leader decidere se una scelta presa da parte di uno dei partecipanti, possa andare a discapito della buona riuscita della spedizione stessa. Tutto questo dovrà essere concordato prima della partenza dall’Italia.

Tutela dell’ambiente
Ogni partecipante si impegna alla salvaguardia dell’ambiente. Carte o involucri vari non dovranno essere gettati lungo il percorso, ma  portati fino al primo cassonetto utile.

Sicurezza stradale
Senza limitare l’entusiasmo ciclistico di ogni partecipante l’organizzazione si appella alla responsabilità di ognuno nell’uso della propria bicicletta, al fine di evitare gravi incidenti a se stessi, agli altri e all’organizzazione. Vi preghiamo di circolare sempre con molta precauzione e usare sempre il casco.

Diritto dell’organizzazione
Data la caratteristica dell’ambiente e del viaggio, l’organizzazione si riserva il diritto di cambiare in corso d’opera il tracciato della spedizione, nel caso si presentino dei tagli nelle piste o semplicemente per salvaguardare la sicurezza di tutti i partecipanti.

Dichiarazione Liberatoria di Responsabilità
È necessario firmare la Dichiarazione Liberatoria di Responsabilità che si trova in allegato alla scheda tecnica.

Per questo nostro viaggio abbiamo bisogno del visto per il Tajikistan e il permesso per la Regione Autonoma di Gorno-Badachsa che comprende gran parte della nostra strada.

Per il Kirghisistan invece non c’è bisogno del visto.

Vi descrivo di seguito come fare per ottenere facilmente tutto quello che ci serve online.

Documenti necessari

Serve solo il passaporto con validità residua di 6 mesi dalla scadenza del visto e una copia digitale della pagina del passaporto che contiene i vostri dati. Potete usare uno scanner oppure fare una foto con il cellulare. La dimensione del file non deve superare 1MB e il formato deve essere PDF,JPG,BMP,GIF o PNG.

Cosa bisogna fare per avere il visto elettronico (e-visa)

Aprire la pagina https://www.evisa.tj/index.evisa.html e cliccare “Start”

Nello Step 1 dovete compilare il modulo con i vostri dati personali facendo attenzione a spuntare la voce GBAO Permit su “Yes”,

e mettendo la data dell’arrivo nel paese che nel nostro caso sarà il 16/08/2019, e il nome dell’hotel dove soggiorneremo la prima notte che vi fornirò in seguito all’adesione.

Nello Step 2 dovrete caricare la foto del vostro passaporto.

Nello Step 3 vi viene chiesto semplicemente di controllare i vostri dati. Fate molta attenzione perché in caso di errori o di mancata corrispondenza tra il modulo e il passaporto, il visto vi verrà negato e non vi verrà rimborsato.

Nello Step 4 sarete informati che avete compilato il modulo e che vi verrà inviata una mail di conferma. Potete scegliere se pagare subito o in un secondo momento grazie al codice ID che vi viene fornito assieme alla mail di conferma. Il costo è di 50$ per la e-visa e di 20$ per il permesso GBAO.

Se scegliete di pagare subito si aprirà la pagina con i dati per il pagamento. Una volta effettuato si aprirà un’altra pagina con i dettagli e simultaneamente vi arriverà una mail con la conferma dell’avvenuto pagamento.

Adesso basta solo aspettare all’incirca due giorni lavorativi e vi arriverà una mail con la conferma che il vostro visto è stato accettato. Se allo scadere dei due giorni non vi è ancora arrivato nulla potete verificare la vostra posizione sul sito richiedendo la pratica con il vostro codice ID. Prima però vi consiglio di verificare che la mail non sia finita tra la posta indesiderata (a me è successo).

Ora non vi resta altro che stampare il visto con il permesso GBAO e portarlo sempre con voi dentro al passaporto. Vi verrà richiesto molto spesso lungo il nostro percorso. 

PREMESSA

Per gioire a pieno di questa esperienza è necessario che tutto avvenga nella maniera più corretta e semplice possibile. Il merito di ciò dipenderà in grandissima parte dall’attrezzatura  e dall’assetto della nostra bicicletta.  Di seguito la lista dei materiali e le caratteristiche fondamentali che deve avere la bicicletta per fare di questo viaggio un’avventura perfetta.

CAMPEGGIO

  • Tenda robusta tre stagioni con impermeabilità almeno di 3000mm di colonna d’acqua
  • Sacco a pelo possibilmente in piumino (per l’ingombro) con zona comfort 0º
  • Materassino
  • Fornello a gas (esempio), la bombola la prendiamo in loco perché è proibito imbarcarla in aereo
  • Pentole per cucinare
  • Filtro per acqua (esempio)

ABBIGLIAMENTO

  • Pantaloni corti bici con fondello
  • Magliette tecniche maniche corte
  • Pantaloni lunghi
  • Pile o windstopper
  • Giacca impermeabile/antivento (preferibilmente in gore-tex)
  • Calze leggere e un paio di pesanti
  • Copri pantaloni impermeabile
  • Copri scarpa impermeabile
  • Guanti bici
  • Guanti leggeri
  • Berretto
  • Scarpe per pedalare
  • Ciabatte o sandali
  • Occhiali da sole
  • Casco (obbligatorio)

ALTRO

  • Crema solare
  • Crema idratante
  • Beauty case per igiene personale (saponi e dentifrici li comperiamo sul posto)
  • Asciugamano in microfibra
  • Kit farmacia personale (aspirina, anti infiammatori, anti dolorifici, disinfettante e cerotti, ecc.)

BICICLETTA

  • Modelli da viaggio, mountin bike o gravel sono ideali
  • Fondamentale la dimestichezza co il mezzo e un ottimo confort di pedalata
  • Borse classiche o bikepacking. E’ necessario avere del volume di carico in più per il cibo
  • Copertoni tassellati scorrevoli di larghezza consigliata 2″ o più. La caratteristica principale dovrà essere la robustezza
  • Sella comoda e già testata
  • Portapacchi robusti e stabili
  • Capacità di cario acqua di almeno 6 litri
  • La bicicletta dovrà essere minuziosamente revisionata prima della partenza.

RICAMBI

  • Kit riparazione forature (stringhe e liquido per toubeless, camere d’aria e toppe per copertoni normali)
  • Pompa
  • Un copertone di ricambio
  • Falsamaglia catena
  • Collarino del cambio
  • Fascette elettricista
  • Attrezzi per smontare e rimontare la bici

DISPOSITIVI

  • GPS obbligatorio con caricate le mappe gpx che vi fornirò prima della partenza
  • Conta chilometri
  • Cellulare (faremo la scheda SIM locale e avremo copertura per gran parte del viaggio)
  • Carica batterie vari
  • Powerbank

Condizioni di rimborso in caso di rinuncia al viaggio
Nel caso in cui, per un qualsiasi motivo un partecipante iscritto al viaggio si veda costretto a rinunciare al viaggio, l’interessato dovrà darne notifica scritta immediata a Projecting Adventure Cyclism ed avrà diritto al rimborso della somma versata al netto delle penalità, qui di seguito riportate, oltre agli oneri e spese da sostenersi per l’annullamento dei servizi:

• 10% dell’importo totale del viaggio per annullamenti fino a 45 giorni dalla partenza del viaggio.
• 30% dell’importo totale del viaggio sino a 30 giorni prima della partenza del viaggio.
• 60% dell’importo totale del viaggio sino a 21 giorni prima della partenza del viaggio.
• 70% dell’importo totale del viaggio sino a 14 giorni prima della partenza del viaggio.
nessun rimborso dopo tale data.

Nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso.
Così pure nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza o inesattezza dei previsti documenti personali di espatrio. Se per cause di forza maggiore (es. calamità naturali, guerre, chiusura frontiere) non prevedibili o risolvibili da parte di Projecting Adventure Cyclism si verificano situazioni che impediscano lo svolgimento di qualsiasi viaggio o servizio contrattato attraverso la web o se fosse impossibile la realizzazione anche solo in parte di uno dei viaggi o servizi contrattati con Projecting Adventure Cyclism, il cliente rinuncia a presentare qualsiasi tipo di reclamo verso l’ Agenzia Viaggi Projecting Adventure Cyclism, salvo che non venga dimostrata la mancanza di una diligenza professionale da parte di Projecting Adventure Cyclism. 
 Vi ricordiamo che non siamo in nessun caso responsabili di spese sostenute per l’acquisto di voli aerei.